SESSO E TIROIDE

Sesso e Tiroide.pdf

 
 
 
 
 
 
TALASSEMIA E TIROIDE
IPOTIROIDISMO E IPERTIROIDISMO TRANSITORI NEL NEONATO DI MADRI CON TIROIDITE AUTOIMMUNE (HASHIMOTO E BASEDOW)  
VALPROATO DI SODIO (DEPAKIN), FARMACI ANTIEPILETTICI E IPOTIROIDISMO SUBCLINICO
DRONEDARONE (MULTAQ CPR 400 MG) E TIROIDE
TIROIDE E SUNITINIB (SUTENT)
TIREOTOSSICOSI TRANSITORIA DEL PRIMO TRIMESTRE DI GRAVIDANZA
ELASTOSONOGRAFIA TIROIDEA
RUOLO DELLA T2 (DIIODOTIRONINA) NEL CONTROLLO DEL METABOLISMO ENERGETICO DI RIPOSO (RMR)
ESAME CITOLOGICO SU AGOASPIRATO (FNAB)
 
Articolo Dr. Piazza - L'opinione personale n.2 - febbraio 2016
 
"Medicina Metropolitana" - Periodico di Informazione per la Salute ed il Benessere Anno I - Gennaio/Febbraio 2013
 
"Medicina Metropolitana" - Periodico di Informazione per la Salute ed il Benessere Anno V - Numero 1 - Marzo 2011
 
"Palermo Medicina Metropolitana" - Periodico di Informazione per la Salute ed il Benessere Anno 3 - Febbraio 2009 - Autorizzazione: Tribunale di Palermo in corso
 
"Palermo Medicina Metropolitana" - Periodico di Informazione per la Salute ed il Benessere - Anno 2 - n. 2 - Giugno 2008
 
"Palermo Medicina Metropolitana" - Periodico di Informazione per la Salute ed il Benessere - Anno 1 - n. 1 - Settembre 2007
 

 

 
Sia nell'uomo che nella donna, perché vi sia una normale fertilità e vita sessuale è necessario che vi sia una perfetta funzionalità tiroidea.
Qualsiasi alterazione della funzionalità tiroidea, non corretta da adeguata terapia, comporta alterazioni della libido, della sessualità e della fertilità.
E' ben noto che nelle donne un ipertiroidismo può accompagnarsi ad ipermenorrea e/o a polimenorrea. Nell'ipotiroidismo vi può essere oligoamenorrea da anovulazione.

Uno studio multicentrico di Jannini dell'Università di L'Aquila ha valutato la prevalenza di disfunzioni sessuali nei pazienti con ipertiroidismo ed ipotiroidismo e la loro risoluzione dopo normalizzazione delle concentrazioni di ormoni tiroidei.
Lo studio ha riguardato 48 uomini di età adulta, di cui 34 affetti da ipertitroidismo e 14 da ipotiroidismo.
Negli uomini ipertiroidei si è riscontrata la seguente prevalenza di disfunzioni sessuali:

  1. desiderio sessuale ipoattivo (calo libido) nel 17,6%
  2. disfunzione erettile nel 2,9%
  3. eiaculazione precoce nel 50%
  4. eiaculazione ritardata nel 14,7%

Dopo trattamento tireostatico e conseguente ripristino dell'eutiroidismo clinico-ormonale con normalizzazione dei livelli di ormoni tiroidei circolanti, la prevalenza di eiaculazione precoce si è ridotta dal 50 al  15%.
In particolare il tempo di latenza dell'eiaculazione è raddoppiato dopo trattamento dell'ipertiroidismo da 2,4 a 4 minuti.
Importanti cambiamenti sono stati inoltre osservati nei sottodomini dell'international index of erectile function.
Negli uomini ipotiroidei, la prevalenza di disordini sessuali è stata la seguente:

  1. desiderio sessuale ipoattivo 64,3%
  2. disfunzione erettile 64,3%
  3. eiaculazione ritardata 64,3%
  4. eiaculazione precoce 7,1%
Dopo correzione dell'ipotiroidismo l'eiaculazione ritardata è migliorata con evidente declino del tempo di latenza dell'eiaculazione da 21,8 a 7,4 minuti.
In conclusione lo studio ha evidenziato che gran parte dei pazienti distiroidei presentano disfunzioni sessuali che sono prontamente reversibili mediante trattamento correttivo sia dell'iper che dell'ipotiroiodismo con normalizzazione dei livelli di ormone tiroideo.
L'elevata prevalenza di turbe eiaculative nei pazienti affetti sia da iper che da ipotiroidismo e la pronta risoluzione dopo trattamento sono la dimostrazione che gli ormoni tiroidei sono coinvolti in maniera essenziale nella fisiologia dell'eiaculazione.

 

BIOGRAFIA
Carani C et al, J Clin Endocrinol Metab 2005; 90:6480-6489

 

- TORNA SU -

 

 

   
   Copyright © 2008 - 2017 - Dr. Vincenzo Piazza - Tutti i Diritti Riservati
Powered by Adriana Argento  
  Contatore per sito

siti web